La città di Giorgio Bassani

La città di Giorgio Bassani

Il percorso inizia respirando l’atmosfera di una delle più antiche strade ferraresi, la splendida Via delle Volte, caratterizzata da circa tre chilometri di arcate   e ricordata da Bassani attraverso le parole del milanese Malnate ne ‘Il Giardino dei Finzi Contini’. Si entra poi nelle pittoresche e silenziose stradine del Ghetto Ebraico, ove è tuttora in funzione una delle antiche Sinagoghe, all’interno della quale è possibile visitare anche il Museo Ebraico. Dopo la pausa pranzo, l’itinerario riprende con la visita del Castello Estense, dove si ammirerà l’imponente mole della fortezza tardo-trecentesca caratterizzata dall’ampio fossato difensivo ancora oggi pieno d’acqua. Si possono notare sul lato di Corso Martiri della Libertà le lapidi che ricordano l’eccidio descritto nel racconto bassaniano “Una Notte del ’43”. Dal Castello, percorrendo la grande strada rinascimentale Corso Ercole I d’Este, che conduce al Palazzo dei Diamanti e alla cinta muraria tardo-quattrocentesca, si può raggiungere il Parco Massari, il favoloso giardino ove idealmente si sviluppa la vicenda dei Finzi Contini del noto romanzo. Sarà possibile visitare anche gli splendidi spazi del Cimitero Ebraico dove dal 2000 è sepolto il famoso scrittore ferrarese.