Sulle tracce degli Estensi a Modena

Sulle tracce degli Estensi

L’itinerario ripercorre molti dei luoghi che ricordano gli Estensi, duchi della città. Si potrà vedere il grandioso tempio di San Domenico, 
sulle_tracce_estensi
voluto da Rinaldo d’Este, al cui interno è conservato un gruppo statuario del grande plasticatore modenese Antonio Begarelli. Il percorso ci condurrà poi all’esterno del primo palazzo barocco europeo: il Palazzo Ducale, ora sede dell’Accademia Militare.

Attraversando la Piazza Grande, centro propulsore della vita modenese, si ammirerà l’esterno e, quando possibile, l’interno del Duomo, capolavoro del romanico padano, affiancato dalla Ghirlandina, splendida torre campanaria. Si compirà, quindi, un salto nel tempo arrivando al novecentesco Mercato coperto Albinelli, al centro del quale troviamo la bellissima fontana della “fanciullina con canestro di frutta”, opera dello scultore e pittore savignanese Giuseppe Graziosi.

Il percorso proseguirà con la visita alle tombe estensi ospitate nella chiesa secentesca di San Vincenzo. L’itinerario si concluderà nella prestigiosa Galleria Estense, una collezione che riflette gli interessi dei duchi d’Este per l’archeologia, la pittura, la scultura e le arti minori.